Prospettive

Il laureato magistrale in Scienze agrarie potrà operare, a livello direttivo e progettuale, nei seguenti settori:

  • gestione tecnica ed economica delle risorse agrarie e zootecniche;
  • definizione e organizzazione dei servizi di assistenza tecnica;
  • progetti di sviluppo rurale integrato;
  • controllo e salvaguardia del territorio rurale;
  • progettazione e messa a punto di impianti tecnologici produttivi;
  • verifica e controllo della sicurezza nelle macchine, negli impianti e nelle strutture;
  • gestione dell’energia e dei sistemi energetici integrati;
  • progetti per la salvaguardia ambientale e la sostenibilità dell’agricoltura;
  • sistemi per la distribuzione delle produzioni agricole e la loro razionalizzazione;
  • marketing dei prodotti agricoli. 

Statistiche sull'occupazione dei laureati (Almalaurea)